Ve lo ricordate quel gioco “Regina reginella quanti passi devo fare…..”? La trafila, o meglio l’iter burocratico necessario a completare tutte le pratiche ASL per entrare in una casa di cura nel più breve tempo possibile , ricorda tanto quel gioco infantile, che in fondo forse era stato inventato apposta per prepararci a tutte queste difficoltà.

Tutto il disbrigo delle pratiche ASL per le case di cura farebbe rizzare in testa i capelli a un giovane, figurarsi a una persona anziana, per di più non completamente autosufficiente. Per non parlare poi del tempo a disposizione necessario a noi o ai nostri figli, alla santa pazienza che scappa via, e ai permessi di assenza dal lavoro, che nessuno mai sa, da chi devono essere certificati.

Come, ad esempio, ottenere benefici finanziari se l’anziano ha un reddito basso, benefici che possano integrare la retta nelle Case di cura a lunga degenza, quando e dove andare per farsi riconoscere un eventuale invalidità civile, l’indennità di accompagnamento caso si decidesse di poter restare in casa, e tante altre cose.

Immaginate la comodità di poter delegare, non solo le pratiche Asl per gli anziani di casa ma anche problemi di trasferimento della pensione, o problemi legali, dovuti a un’eredità, l’ottenimento di protesi e ausili per l’incontinenza, il calcolo dell’ISEE ecc.

Cerchiamo insieme quello che ci è più conveniente, sicuramente troveremo un agenzia specializzata per il disbrigo delle pratiche ASL e non solo…

Vedi anche  Gli anziani e l'assistenza socio-psicologica
Chiudi il menu
 
 
CHIAMA SUBITO 0694802005
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 0694802005