Anticamente, gli ospedali come le case di cura e gli ospizi per indigenti, erano gestiti quasi completamente dai vari ordini  religiosi cattolici e quindi il problema dell’assistenza spirituale agli anziani debilitati non si poneva, la religione cattolica era l’unica professione di fede ammessa in questi luoghi di dolore e soffrimento.

Dovuto all’aumento consistente sul nostro territorio della presenza d’immigrati di diverse nazionalità e fedi religiose, si è dovuto affrontare in termini nuovi rispetto alle leggi ancora attualmente in vigore , il tema del servizio di assistenza religiosa nelle case di riposo e negli ospedali.

I “ministri di culto” appartenenti ad altre religioni, sono a disposizione degli utenti delle case di riposo per l’assistenza e il supporto spirituale, ma sono oltremodo utili al personale infermieristico, per tutte quelle informazioni di carattere religioso che hanno a vedere con il contesto sanitario (prescrizioni alimentari, riti per la preparazione e la gestione della salma, …) in questo modo svolgono un’attività di vera e propria mediazione religiosa, molte volte anche linguistica.

A chi bisogna rivolgersi , per ricevere assistenza spirituale o religiosa per esempio? Il servizio religioso nelle case di riposo o negli ospedali come funziona? Continuate a leggere con noi.

Vedi anche  Il protagonista sei tu in un albergo con vista su Roma
Chiudi il menu
 
 
CHIAMA SUBITO 0694802005
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 0694802005